® Laura Capone Publishing
On-line Window
Our Company Staff Literature Prize Video Catalog Point of sale Contact Us
Novels
Poetry
School Project
Degree Thesis
Didactis
Fairy Tales
Games & App
 
 
Che fortuna essere orfano
by Sholem Aleichem
Stampa Alternativa. Prima edition, published date: 2010
Language: Italian
 
 
C’è una lingua nel mondo, l’yiddish, che non appartiene ad una nazione o ad una zona geografica, ma è la lingua di un popolo che ha dovuto sempre migrare per sfuggire alle persecuzioni, gli Ebrei.
Quelli che intorno all’anno 1000 erano in Germania, cominciarono ad elaborare un loro idioma, derivante dal germanico, per non farsi capire dai gentili, lasciando l’ebraico alle occorrenze religiose. Si portarono questa lingua nell’Europa orientale, dove si contaminò con parole e regole sintattiche slave. La stessa lingua seguì gli Ebrei nella loro ultima migrazione verso gli Stati Uniti ed il Canada a seguito della persecuzione nazista e di quella staliniana.
Benché fosse molto comune pochi Ebrei si azzardavano a scrivere libri in questa lingua, considerata inferiore, del popolo e delle donne, non dei dotti rabbini, fino a quando, nella seconda metà dell’Ottocento, alcuni letterati ebrei iniziarono a dargli la giusta considerazione scrivendo libri in yiddish.
Tra questi il più importante, il più prolifico ed il più geniale fu Sholem Aleichem, nome d’arte di Sholem Rabinovitz, ucraino in seguito emigrato a New York.

Il libro narra in prima persona la storia della famiglia di Motl, nove anni, che vive in una shtetl dell’Ucraina, in mezzo a stenti di ogni tipo; la povertà e la violenza dei pogrom costringono la famiglia di Motl e tante altre a fuggire per tutta l’Europa fino a Londra, dove si imbarcano per l’America. A New York Motl scopre le meraviglie tecniche e umane della nuova terra promessa. Tutta la tragedia del popolo ebraico è vista attraverso la dolcezza e l’incanto di un bambino che non cessa di stupirsi della bellezza del mondo e riesce sempre a guardarlo con incredibile ottimismo ed entusiasmo.
 
Sholem Aleichem, pseudonimo di Sholem Naumovich Rabinovič (Pereyaslavl, 2 marzo 1859- New York 13 maggio 1916), è stato uno scrittore statunitense di origine ucraina, autore di novelle e romanzi umoristici in lingua yiddish.
Operò per promuovere gli scrittori yiddish e fu il primo a scrivere libri per bambini in quella lingua. Tema principale delle sue opere è la vita delle comunità ebraiche nei piccoli centri dell' Europa dell'Est e nelle metropoli degli Stati Uniti.
Le sue opere sono state tradotte in molte lingue. Il musical del 1964 Il violinista sul tetto, tratto dalle sue storie che hanno come protagonista Tevye il lattaio, è stata la prima pièce in lingua inglese sulla vita degli ebrei in Europa Orientale ad avere un grande successo commerciale.
 
 
E-Book file name: 1001-9-1.pdf
Book Pages: 254
 
We do sendings only in Italy. 2,00 Euros Postage for only one book, free postage for more books.
 
 
Are You not Registered? Registration
Have You lost your password? Regain
 Laura Capone Editore ® Copyright © 2010 - 2014, P.IVA 03114180833, e-mail info@lauracaponeeditore.com, Skype: Skype Me�!
lauracaponeeditore.com, web site version 1.5.6, created by Laura Capone Editore, logo by Marco Maraglino, all rights reserved.